Accademici defunti

Alexander Fleming

fleming

Lochfield, Gran Bretagna, 6/8/1881 - Londra, Gran Bretagna, 11/3/1955
Titolo Professore di Batteriologia, Università di Londra. Premio Nobel in Fisiologia o Medicina, 1945
Nomina 7/3/1946

"Nel 1946 il Santo Padre si è degnato nominare Accademico Pontificio Sir Alexander Fleming, il noto scopritore della penicillina. Il Fleming con lo studiare la influenza del penicillium notatum sulle culture batteriche ha, se non aperto, certo dato un nuovo e grande sviluppo ad un ramo delle scienze biologiche: la conoscenza delle sostanze antibiotiche; queste sostanze sono oggi un potente mezzo per combattere i microrganismi patogeni. Il numero di coloro che furono salvati in questi primi anni dagli antibiotici dimostra la importanza della scoperta. Ma il Fleming ci rivela nei suoi scritti la sua modestia quando ci dice che quanti abbiamo maneggiato culture di microrganismi, abbiamo veduto l'azione distruttiva della muffa. Se non che, possiamo aggiungere noi, è merito del genio lo scorgere rapporti che altri non coglie. Con la sua scoperta il Fleming è diventato uno dei benefattori dell'umanità, continuando la preziosa opera di Pasteur, di Roch, di Behring, dei grandi cioè ai quali si debbono la batteriologia, l'immunologia e le altre discipline affini".

Rev. P. Agostino Gemelli O.F.M., Acta 12

Collegamenti

Premi Nobel

Pieter Zeeman (Fisica, 1902) Lord Ernest Rutherford of Nelson (Chimica, 1908) Guglielmo Marconi... Continua