Deceased Academicians

Thomas Morgan

morgan

Lexington, USA, 25 Sep. 1866 - Pasadena, USA, 4 Dec. 1945
Title Chairman, Division of Biology and Director, William G. Kerckhoff Laboratory of the Biological Sciences, California Institute of Technology, Pasadena, CA, USA
Nobel laureate in Physiology or Medicine, 1933
Nomination 28 Oct. 1936
Download biography in Italian

"Il venerando Thomas H. Morgan, l'iniziatore dei moderni metodi per lo studio della genetica, ci ha lasciato nel 1945. Il Morgan fu Direttore del reparto biologico del Laboratorio William G. Kerckoff per le Scienze Biologiche. Era Accademico Pontificio dal 1936. Le sue ricerche sulla 'Drosophila', il moscerino dell'aceto, non solo hanno dato modo di formulare le leggi fondamentali dei fenomeni che sono a base della trasmissiene dei caratteri ereditari, ma hanno dato in mano ai cultori di genetica un prezioso mezzo di indicazione che ogni giorno si arricchisce di nuovi risultati. È da aggiungere che il complesso così vario delle attività scientifiche fa del Morgan una personalità che forse non ha riscontro in nessun altro dei biologi del nostro tempo. Si può dire che almeno in cinque campi del sapere biologico egli ha profuso la sua attività, e precisamente negli studi di embriologia sperimentale, della rigenerazione, del sesso, dell'eredità e dell'evoluzione. Gli studi del Morgan sulla struttura dell'uovo, sulla polarità e simmetria degli organismi; sui fenomeni e cause della regolazione e della rigenerazione; sulla partenogenesi sperimentale e fecondazione artificiale; sulla determinazione dei geni e loro distribuzione nei cromosomi; sulle cause della differenza sessuale; sui caratteri legati al sesso; sul meccanismo della trasmissione dei caratteri ereditari; sulla genetica ed evoluzione costituiscono altrettanti preziosi contributi per la scienza biologica. Questi suoi meriti furono riconosciuti con il conferimento del Premio Nobel e con la nomina a membro delle principali Accademie".


Rev. F. Agostino Gemelli O.F.M., Acta 12

Related

Nobel Laureates

Pieter Zeeman (Physics, 1902) Lord Ernest Rutherford of Nelson (Chemistry, 1908) Guglielmo Marconi... Read more